strict warning: Only variables should be passed by reference in /opt/hoster/vhosts/riccio.sebastian.it/httpdocs/modules/book.module on line 372.
warning: array_merge(): Argument #4 is not an array in /opt/hoster/vhosts/riccio.sebastian.it/httpdocs/modules/htmlarea.module on line 164.
venti | la tana del RiCCiO

venti

Vaghe sono le notizie che dal passato ci provengono sugli avvenimenti che a quel tempo sconvolsero la vita del Clan,  molto si è discusso e molto ancora si discute a riguardo, ma la verità è ancora incatenata alle leggende e alle credenze popolari che di essa sono i portavoce, nel tempo che passa e che tutto trasforma.
Passa, e come la notte porta il giorno e il giorno la notte, così le stagioni si susseguono in un ciclo vitale che si rinnova ogni anno; e così come il vento di primavera
aveva portato come per incanto agli Eletti le tre ninfe, così il Trio R scomparve silenziosamente con la primavera che lasciava il posto all'estate.
Come nuvole, le nuvole libere del Cielo Iperboreo, gli Eletti scomparvero agli occhi del mondo, quel mondo che grazie a loro aveva rivisto i gloriosi giorni dei Figli dei tempi antichi, sotto le Signore dei Sogni, che li avevano visti incontrare e crescere, e oltre ogni limite diventare grandi e potenti.
Una vecchia canzone narra fiabescamente di come fu Sebastiàn il primo a partire per una terra fredda e sconosciuta, terra che con la sua durezza gli insegnò i segreti delle mistiche sfere di ghiaccio, di cui divenne un esperto; canta dell'ultima riunione segreta tra i superstiti dell'arcaico Consiglio dei Saggi, che ormai si riteneva decaduto, attuata nel magico e sconosciuto villaggio disperso nel verde incontaminato delle  montagne, dove il Consiglio soleva tornare almeno una volta l'anno per un periodo di pace e riflessione; racconta di come Luke e il Negrito vissero per un certo periodo presso il popolo dei Guasti, dove con loro grande sorpresa ritrovarono una delle ninfe che aveva inondato di luce il loro passato, Chiara, e di come poi il Negrito partì per raggiungere il luogo magico eletto dal vecchio Consiglio, dove divenne   Maestro di trenta bambini, quei bambini che divennero poi i Saggi che compongono adesso il nuovo Consiglio.
Del potente Marcelo, il pazzo Nick, l'oscuro Alex e la elfica Biondina non c'è traccia alcuna, persi nei meandri della storia , quello che è certo è che gli Eletti scomparvero, e la loro storia adesso viene tramandata di bocca in bocca, di padre in figlio, di generazione in generazione; gli Eletti scomparvero, e divennero leggenda.