strict warning: Only variables should be passed by reference in /opt/hoster/vhosts/riccio.sebastian.it/httpdocs/modules/book.module on line 372.
warning: array_merge(): Argument #4 is not an array in /opt/hoster/vhosts/riccio.sebastian.it/httpdocs/modules/htmlarea.module on line 164.
The Believer | la tana del RiCCiO

The Believer

THE BELIEVER By ROY 05/06/2002

Informazioni Generali

'Non è la copertina originale del film, ma del libro.' Data di lancio: 17 Maggio 2002 Studio: Showtime Pictures Diretto da: Henry Bean Scritto da: Henry Bean Cast: Ryan Gosling, Summer Phoenix, Theresa Russell, Billy Zane Genere: Biografia-Drama Sito ufficiale: The Believer See the trailer: The File's 8 MB Large (QuickTime Needed - Download it ) Durata: 98 Minuti Composer: Joel Diamond Premi: Vincitore del Grand-Dramatic-Jury Price al Sundance Film Festival


I protagonisti

'I protagonisti, che dire...'Ryan Gosling è Danny Balint, il giovane protagonista del film, un ebreo reso folle da regole nelle quali non crede. Diventa un Nazi, ma la controversia che lo affligge non gli permette di vivere con serenità nè una vita nè l'altra.

Summer Phoenix è Carla Moebius, strano personaggio, nessuno pare molto normale, pratica il masochismo ed è in un certo senso la ragazza di Danny.

Theresa Russel è Lina Moebius, mamma di Carla, nelle sue abitazioni si svolgono incontri nazi. Insieme a Curtis e a Danny organizza progetti per diffondere il nazismo.

Billy Zane è Curtis Zampf, in "affari" con Lina, ha rapporti sessuali con lei e con Carla. Oltre a questo arduo compito sembra avere ben poco da fare, in effetti non è mai coinvolto direttamente nella trama.


La trama:

Il film parla di uno studente &Yeshiva& che diventa un neo-Nazi. Il giovane, DannyBalint, interpretato dalla star nascente Ryan Gosling, odia gli ebrei in quanto noncapisce perchè questi non abbiano sufficiente autostima per combattere coloro che liaggrediscono. Danny pensa che Dio stia cospirando per mantenere gli ebrei sotto l'influezadel &Torah&, con tutte le sue regole e le sue richieste giornaliere. 'Curtis e Lina in una delle scene iniziali del film'

Secondo Danny tutto nasce nel momento nel quale Dio comanda ad Abramo di uccidere suofiglio Isacco; Dio dice, sai quanto sono potente? Posso farti compiere ogni azione, anchefarti uccidere tuo figlio, questo perchè io sono tutto e tu niente.

Queste le parole che Danny ripete in continuazione al suo insegnante di &Talmud& in uno deitanti flashback che vediamo nel durante del film. Danny viene cacciato dalla classe quandocontinua a ribadire le sue affermazioni, Io credo che l'intera popolazione ebraica siarimasta definitivamente terrorizzata da ciò che è accaduto nel monte &Moriah& ed è perquesto che viviamo ancora nella paura. Il timore nei confronti di Dio ti rende timoroso diogni cosa; Tutti gli ebrei sono buoni ebrei quando hanno paura, quando vengonosacrificati.

Il Danny adulto diviene uno skinhead, indossa la classica maglietta con la svastica esemina terrore tra le strade di New York. Egli immagina se stesso nei panni di un nazistain Germania, mentre uccide e massacra ebrei.

Le sue doti nel parlare ed il suo carisma contribuiscono, oltre all'incontro con Curtis eLina, a portarlo in contatto con situazioni che rivelano la sua ambiguità, egli èinfatti visibilmente in contraddizione con le sue idee e non riesce a convivere con la suaparte ebraica, ancor meno però è in grado di applicare le sue idee naziste.'Danny incontra uno dei tanti giovani nazi, costui sarà suo complice negli attentati nei confronti degli ebrei'
In casa di Lina cominciano a svolgersi i fatti della trama, lei infatti organizza radunicon personaggi di un certo peso nella comunità ed in grado di darle appoggio economicoper portare avanti le idee del suo defunto marito, anch'egli un nazista.
Qui Danny fa un interessante intervento esponendo le sue idee per applicare e creare unregime che sia stabile e porti i necessari risultati per la lotta agli ebrei. Lina pareinteressarsi al giovane che è impulsivo ma ha ottime doti carismatiche; Così conl'appoggio di Curtis decidono di implicare nei loro piani Danny che in queste sceneincontra le figlia di Lina, Carla.

Stabiliscono dunque un luogo dove incontrarsi, una casa in campagna dove si vengono aritrovare numerosi giovani tutti con gli stessi ideali, fra questi gli amici di Danny, chenon mancano di stabilire la loro posizione all'interno del gruppo; Sono infatti deiviolenti e degli ignoranti. Con atti di vandalismo nella cittadina nella quale risiedonoper il fine settimana, si guadagnano alcuni giorni di carcere.

Il giudice cha assiste il caso, però propone loro un accordo che consiste nel frequentareun gruppo di vecchi ebrei ex prigionieri nei campi di concentramento. La continuazionedella trama è lineare ed a tratti si inspessisce quando Carla mette alle corde Danny e lesue convinzioni. Alcuni attentati male organizzati e numerose scene nelle quali Dannyricorda il passato ci trasportano alle scene finali, in una cappella nella quale ilgiovane ha piazzato dell'esplosivo...Un The End ironico e giusto.

Commento:

Uoass, un bellissimo film con grandi interpretazioni. Ryan Gosling è perfetto nellaparte come pure i suoi amici e tutti coloro che fanno la loro comparsa nella pellicola. 'Un primo piano del protagonista'
Mi ha lasciato particolarmente soddisfatto in questi punti:
La scena iniziale, quella cioè dove Danny segue, prima in metropolitana e poi lungo lastrada uno studente ebreo per poi picchiarlo, chiedendogli che egli a sua voltalo malmeni.
Le numerose situzioni nelle quali è dato a capire quanto il protagonista sia instabile equanto soffra.
La perversione generale di tutti quanti, da Carla che ama il sesso violento a Curtis chese la fa sia con lei che con sua madre, a Danny che vuole e non vuole essere un nazi.

Mi è piaciuto molto l'incontro con i vecchietti dei campi di concentramento. Parliamodi un centro di tipo psichiatrico di quelli dove si espongono le proprie esperienze,insomma Danny e i suoi amici sono qui con questi nonnetti, ognuno racconta la propriaquestione in Germania, ma uno in particolare colpisce. Danny in effetti versa dellelacrime al sentire il racconto del vecchio, ma gli si rivolta contro, criticando le suescelte e le sue azioni. La risposta di uno dei presenti, per la suasemplicità-complessità ed intelligenza rendono tutta la situazione speciale e reale;Tanto che Danny si alza, costretto a ritirarsi di fronte all'esperienza di persone cheodia.
Insomma il tipo è un poveretto perchè non è in grado di fare realmente male agli ebreiin quanto anche lui sente di esserlo, ma fottuto profondamente nella testa, li odia.

Interessante il fatto che non ci sia violenza gratuita, strano per un film che trattaquesto argomento, a mio parere è la scelta giusta per affrontare l'argomento in quantomolte persone si disinteressano a film con questi contenuti perchè vogliono evitare illato cruento della storia. Carico di emozioni e di intrighi psicologici è un film chemira più alla persona di Danny che all'intero argomento degli ebrei e dei nazisti.

In conclusione un film ottimo, a tratti pesantuccio; Con un finale interessante chevede Danny percorrere scale infinite, tartassato dal suo vecchio insegnante riguardoquestioni religiose.

That's all folks.