strict warning: Only variables should be passed by reference in /opt/hoster/vhosts/riccio.sebastian.it/httpdocs/modules/book.module on line 372.
warning: array_merge(): Argument #4 is not an array in /opt/hoster/vhosts/riccio.sebastian.it/httpdocs/modules/htmlarea.module on line 164.
Aliens vs predator 2 | la tana del RiCCiO

Aliens vs predator 2

By MarkiO 18/07/2002
REVIEW - Aliens Versus Predator 2

Scenario Ambientazione: Varie zone dello spazio colonizzato dall'uomo nel futuro. Il giocatore potrà affrontare tre campagne dove prende i panni di un marine coloniale, un soldato alieno od un predator; ognuno con la propria missione. Un numero adeguato di missioni per campagna garantiscono un buon fattore giocabilità e varietà.
'Eeeeh, no. Quel rumore non era di uno scarafaggio, marine! Mò ti graffio! Il dismemberment è fatto bene.'Punteggio: 9Ritmo: Il ritmo è basato sulla specie con cui si gioca, pertanto varia parecchio ma è sempre ben regolato. Con il marine abbondano le situazioni di tensione e solitudine paurosa, con il predator ci si scatena in veri e propri massacri di ogni sorta di creature e con l'alieno le partite sono fondamentalmente una cauta eliminazione sistematica del nemico.
Punteggio: 9Genere: &FPS& in prima persona. Interattività discreta e forte differenziazione tra le tre razze disponibili.
Punteggio: 9

Aspetti tecnici del gioco Visuale: La visuale è in prima persona e, come di triste consuetudine per i giochi di queste generazioni, in modalità &quadrante&. Il sistema di puntamento è tradizionale e l'HUD è comodo e ben progettato anche per le basse risoluzioni.
Sistema di controllo: Basato sul sistema tradizionale &SGSD& ha comunque un forbito set di tasti per razza che garantiscono le funzioni avanzate d'interazione.
Aspetto grafico: Sebbene non apprezzi affatto il motore LithTech, famoso per l'infame Blood 2, in questo gioco dimostra buone capacità per modelli e texture di una buona qualità. I problemi di luce sui modelli sono purtroppo assai evidenti e spesso rovinano atmosfere particolarmente suggestive.
Aspetto sonoro: Purtroppo, molti degli effetti originali del film sono stati sostituiti con versioni che affatto si adattano alla memoria del giocatore. Non ci sono particolari degni di nota.
Motore del gioco: Odio LithTech per l'imprecisione che lo caratterizza. Sebbene il gioco dimostri &scripting& di un certo livello, spesso le animazioni sono blocchettose o comiche, anelastiche come il granito. Per quello che invece riguarda modelli e fattori statici, l'engine garantisce un buon godimento per la tridimensionalità degli scenari e gli effetti di luce. Purtroppo dal punto di vista delle prestazioni serve senza dubbio un sistema d'ultima generazione con almeno 128mb di memoria. Il gioco gira esclusivamente su D3D, pertanto senza una scheda accellerata apposita non riuscirete a giocare decentemente.

Fattori Bilanciamento: Un bel gioco perchè intanto è praticamente privo di bug, poi perchè rispetta bene le aspettative e mescola una quantità di fattori chiave in questo genere di avventura.
'Evvai di fucile a pompa! I facehuggers sono una vera rotta di marroni ma sono fatti piuttosto bene perchè sono cattivi e tenaci.'-Ottima atmosfera ed un bilanciamento veramente buono tra le classi; giocare con un marine o l'alieno è veramente differente e si ha proprio la sensazione di valere quello che uno si aspetta, conoscendo il film ed i personaggi coinvolti.

-Un bel particolare è nel fatto che in molte missioni si vivono degli istanti che si condividono con le altre razze.

-La storyline è particolarmente curata e ci sono molti dettagli che sorprendono per il fatto che rompono la linearità della storia.

-Possibilità di configurare la difficoltà per scegliere i fattori determinanti. In particolare è apprezzabile che abbiano lasciato la libertà di salvare quanto e dove si vuole.

'Una scena di un\'animazione in scripting del gioco. E la risposta è SI, nell\'avventura si usa pure un\'esoscheletro!'-Le missioni sono dinamiche e molti obbiettivi cambiano al volo per adattarsi alle missioni. Belli gli sforzi per rendere il gioco fluido e lineare ma al contempo non ovvio e monotono.

-Salvataggi e caricamenti ultraveloci. Comunque poche situazioni 'western' dove si deve ammazzare tutti selvaggiamente rischiando.

-Le armi del marine e del predator sono fatte molto bene e sono fighe da usare; l'insetto ha buone abilità e si appiccica a pareti e soffitti senza delusioni.

-In alcune missioni non si capisce chè fare e dove andare. Ho vagato parecchio (specie con il marine e l'alieno) per trovare dove mi devo infilare per procedere con la missione.

'Il marine mentre fa l\'hacking di un pannello di sicurezza.'-Un bel pò di missioni in totale ma il numero giusto di livelli per campagna. La longevità non è il massimo ma peraltro non si rischia d'annoiarsi.

-Molte situazioni differenti da affrontare con tutte e tre le razze, tra sterminio ed infiltrazione.

-Molti scenari, ampi e generalmente curati, per dare l'idea che veramente si stia faticando per qualcosa che non è piazzato lì apposta.

-Purtroppo, e tristemente, le carogne scompaiono. C'è un pò di scena che rende la cosa abbastanza plausibile... ma è molto triste in ogni caso.

'Scena di gruppo. Lo scripting è notevole, purtroppo le animazioni dei modelli sono solamente discrete.'-Con il marine purtroppo non si spara molto. Ci sono un pò di situazioni selvagge ma mi sarebbe piaciuta più azione soprattutto dopo che si mette mano alle armi pesanti.

-Geniale l'idea per cui con l'alieno si parte dal 'chestbuster' (il vermino che fa scoppiare il petto) e ci si evolve a 'facehugger' (il polipetto ciuppafaccia) e dopo a soldato.

-L'intelligenza artificiale è discreta ed un sacco di situazioni risultano parecchio plausibili grazie al livello di vigilanza ed aggressività dei nemici.

-Fantastica l'idea di garantire al predator un ricaricatore d'energia portatile illimitato che risolve il ridicolo problema di AVP1 di essere costretti ad eliminare decine d'alieni con le mani!

Punteggio: 8- Una bella avventura senza molte pretese e realizzata abbastanza accuratamente.

Totali Esperienza di gioco: Sebbene l'abbia finito tutto d'un fiato, non ho affrontato problemi che mi abbiano fatto incazzare; pertanto, averlo finito con tutte e tre le classi è un buon indice della qualità del gioco. 'Un predator, ed una machinegun. Fate voi i conti.' Stress: A parte il girovagare per trovare il prossimo obbiettivo in alcune mappe, non vi è praticamente stress. Rifornimenti e munizioni abbondano al punto giusto ed è difficile finire in merda. Acquisto: Un bell'acquisto per chi cerca un'avventura tecnicamente moderna ed un must per chi ha giocato l'episodio precedente.

Informazioni Produttore: Sierra Home Page - Celebri per Half-Life e Tribes 1/2
Sito ufficiale: AVP2 Official Homepage
Cheats: Nessuno usato. Ce ne dovrebbero essere comunque una sfilza.
Note: Siate pazienti! Il fatto di stare attenti e girare come trottole per procedere è l'unico sforzo da fare per finire il gioco.