strict warning: Only variables should be passed by reference in /opt/hoster/vhosts/riccio.sebastian.it/httpdocs/modules/book.module on line 372.
warning: array_merge(): Argument #4 is not an array in /opt/hoster/vhosts/riccio.sebastian.it/httpdocs/modules/htmlarea.module on line 164.
Severance | la tana del RiCCiO

Severance

> By Markio 30/05/2001

Severance

Scenario
sever01.jpg (14758 byte)

Il gioco si presenta come un'avventura fantasy in prima o terza persona. E' possibilescegliere quattro classi differenti (guerriero, paladino, nano, amazzone) ma, a parte ilprimo livello, tutto il resto dell'avventura resta identico.
Il gioco dispone di una quantità notevole di livelli, con ambienti, scenari ed effettispeciali differenti.

Aspetti tecnici del gioco

Lo scopo della quest è recuperare sei rune per il potenziamento di una lama che saràtrovata negli ultimi livelli e che è la sola in grado di permettere la sconfitta delnemico supremo. Il percorso percorribile dopo il superamento degli schemi è non lineare,garantendo un pò di flessibilità allo schema di gioco.
Il personaggio principale dispone di un sistema di controllo efficace ma che con dueschemi d'uso ('attacco' e 'deambulazione') rende non sempre comodo districarsi in alcunesituazioni che richiedono uso veloce della tastiera.

sever02.jpg (12626 byte)Fattori

"Severance: BOD" è senz'altro un titolo che colpirà per le sue caratteristichetecniche, con grafica eccellente, un livello di violenza controllato e non ridicolo(mutilazioni e sangue) ed un livello di giocabilità alto, tuttavia ho osservato diversiaspetti irritanti che vi illustro:

1- Fronteggiando nemici multipli (succede di incontrare al massimo 3- 4 nemici incontemporanea) succede che essi si colpiscano l'un l'altro mentre attaccano noi,garantendo una barriera di colpi che blocca i nostri attacchi. Vi assicuro che il male chesi procurano non è paragonabile a quello che ci somministrano.

2- La soppravvivenza del personaggio si basa sui punti ferita di cui dispone, ebbenetroppo spesso succede che ti lascino senza pozioni o cibo ad affrontare un numero immanedi nemici in successione, soprattutto negli ultimi livelli, costringendoti a caricare ecaricare oppure ad arrancare con una manciata di punti ferita, correndo come un folle perscappare.

2b- Verso la fine (almeno dagli ultimi quattro schemi) compaiono i nemici 'chiave' che ènecessario uccidere affinchè sia 'magicamente' aperta la porta che serve per proseguire.Quasi non mi spreco a dire che sono difficili da affrontare e che serve spesso moltafortuna per superarli.

3- Succede un pò in tutto il gioco che si presentino delle trappole o dei trabocchettiche, ahimè, non sono prevedibili e che nel 90% dei casi ti fanno crepare. E' irritantel'impressione che i 'levelers' abbiano pensato "...tanto possono ricaricare quandovogliono..." magari quando è da un quarto d'ora che non salvate...

4- Il penultimo e l'ultimo nemico non sono riuscito a sconfiggerli senza usare trucchi. Eanche dopo averli attivati (mi ero assegnato un milione di punti ferita per il 20molivello del personaggio) il penultimo mi ha inflitto 25000 pf e l'ultimo 11000 con illivello di vita del personaggio a 5600. Fate voi un pò i conti.

5- La configurazione minima è 'alta'. Ho giocato con un AMD thunderbird 800 e geforce 2mx e 320 mb di ram, e con il dettaglio al massimo il numero di fotogrammi andava sotto i15 in alcune occasioni con piu di un nemico.

Totalisever03.jpg (13536 byte)

Il gioco è molto bello... per i primi livelli. Degrada piano piano in un teatrino deglistenti che mette a dura prova la pazienza e l'abilità dei giocatori. A questo propositosi può dire che il 'giocatore professionista' trova una sfida gustosa, ma spessoirritante. In sostanza non è un gioco con cui rilassarsi.
Se vi piacciono i giochi lunghi e non pretendete (come me) che il gioco non si basi suisalvataggi piuttosto che sull'abilità del giocatore, è un titolo che merita di essereacquistato; altrimenti pensateci su due volte o guardatevi una demo.

 

 

 

 

 

Immagini prese dal sito dei Rebel act http://www.rebelact.com/severance/index.shtml