strict warning: Only variables should be passed by reference in /opt/hoster/vhosts/riccio.sebastian.it/httpdocs/modules/book.module on line 372.
warning: array_merge(): Argument #4 is not an array in /opt/hoster/vhosts/riccio.sebastian.it/httpdocs/modules/htmlarea.module on line 164.
Il buio oltre la siepe - Harper Lee | la tana del RiCCiO

Il buio oltre la siepe - Harper Lee

Circa 8 anni fa ero in un mercatino dell’usato, quando un libro ha attirato la mia attenzione... anzi, direi quasi che mi ha chiamato! Era un’edizione rilegata Feltrinelli del 1963 con la copertina verde, "Il buio oltre la siepe", appunto, di cui avevo tanto sentito parlare. È un libro molto intenso ed affascinante, che non ha deluso le mie aspettative, ed anzi è diventato uno dei libri preferiti in assoluto.

La storia, ambientata nell’Alabama degli anni Trenta, è raccontata da Scout, una bambina vivace e curiosa che si ritrova in mezzo ad eventi più grandi di lei che sconvolgono la routine della piccola cittadina in cui vive.

L'altra splendida figura del libro è Atticus Finch, il padre di Scout, un avvocato dalla mentalità aperta e tollerante, che sa trattare i bambini da pari a pari, senza condiscendenza, e si batte per

quello in cui crede, scontrandosi con la mentalità bigotta e retrograda dei suoi concittadini.

La vicenda è un intreccio di razzismo, giustizia, paura, pregiudizi, il tutto visto dalla prospettiva di una bambina, ai cui occhi tutto risulta chiaro e semplice, al contrario degli adulti che spesso non capiscono e si complicano la vita.

 

 

"(...) Una folla è fatta di individui, quali che siano. Stanotte Cunningham faceva parte di una folla, ma era pur sempre un uomo.(...)" "Ciò dimostra che anche una banda di bruti può essere fermata, semplicemente perché son pur sempre degli esseri umani. Chissà... forse avremmo bisogno di una polizia composta di bambini... Voi ragazzi stanotte siete riusciti a far sì che Walter Cunningham si mettesse nei miei panni per un attimo, ed è bastato."

 

 

L’unica superiorità che l’ometto sul banco dei testimoni poteva vantare sui propri vicini di casa consisteva nel fatto che, a strofinarlo con la lisciva e acqua molto calda, si sarebbe scoperto che la sua pelle era bianca.

 

 

Sentivo le sue mani tirar su la coperta fino al mento, rimboccandomela tutto attorno.

"Quasi tutti son simpatici, Scout, quando finalmente si riescono a capire."

 

 

"No, tutti devono imparare, nessuno nasce sapendo già le cose. (...) No, Jem, io credo che la gente sia di un tipo solo: gente, e basta!" (…) "È quel che pensavo anch’io quando avevo la tua età," disse infine. "Ma se gli uomini fossero di un tipo solo, come ti spieghi che non vanno mai d’accordo tra loro? Se son tutti uguali, perché passano la vita a disprezzarsi a vicenda? Comincio a capire una cosa, Scout: sai perché Boo Radley è rimasto chiuso in casa tutto questo tempo? Perché non vuole uscire."

 

 

Edizione Feltrinelli (Universale Economica), prezzo di copertina 7,50 €